ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ultranazionalisti israeliani bloccati fuori Gaza: ma continueremo la protesta.

Lettura in corso:

Ultranazionalisti israeliani bloccati fuori Gaza: ma continueremo la protesta.

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli ultranazionalisti israeliani rinunciano alla loro marcia.

Di fronte a un dispiegamento di 17.000 militari, gli oppositori al piano di ritiro da Gaza hanno dovuto fare marcia indietro. In circa 10.000 erano partiti ieri da Ofakim, a 20 chilometri da Gaza, diretti verso gli insediamenti di Gush Katif. Nonostante l’intervento della polizia e i circa 200 arresti, i protestanti non considerano affatto di aver mancato il proprio intento. “Grazie a Dio – sostiene questo israeliano – centinaia di protestanti ce l’hanno fatta e hanno raggiunto Gush Katif: questo è l’essenziale”. Le colonie israeliane sono posizionate in luoghi sacri secondo la tradizione biblica. Il ritiro – programmato dal governo di Ariel Sharon per la metà di questo mese – interessa circa 8.000 israeliani. Sono 21 gli insediamenti della striscia di Gaza e altri 4 quelli da sgomberare nel territori della West Bank.