ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucciso a Teheran giudice che condannò Akbar Ganji, giornalista dissidente.

Lettura in corso:

Ucciso a Teheran giudice che condannò Akbar Ganji, giornalista dissidente.

Dimensioni di testo Aa Aa

Freddato con due colpi di pistola a Teheran in pieno giorno. Il giudice Hassan Moghaddas è stato ucciso all’uscita del palazzo di giustizia da un uomo in motocicletta non ancora identificato.

Moghaddas – procuratore generale di Teheran – si era occupato di un ventina di dissidenti incriminati dal regime per aver preso parte ad una conferenza tenutasi mesi fa a Berlino. In particolare, Moghaddas aveva inflitto sei anni di prigione al giornalista e scrittore riformista Akbar Ganji che aveva puntato il dito, senza nominarlo direttamente, contro l’ex presidente Rafsanjani attribuendogli la responsabilità per lo meno indiretta della morte di vari oppositori del regime. Ganji – ancora in carcere – è in fin di vita dopo ormai due mesi di sciopero della fame. Questa mattina inoltre una bomba è esplosa nell’edificio che ospita gli uffici delle compagnie British Airways, British Petroleum e DaimlerChrysler. Il palazzo ha subito danni significativi, ma non vi sono stati feriti e l’attentato al momento non è stato rivendicato.