ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mandato d'arresto europeo per l'attentatore catturato in Italia

Lettura in corso:

Mandato d'arresto europeo per l'attentatore catturato in Italia

Dimensioni di testo Aa Aa

La polizia britannica ha fermato altre due persone in relazione ai falliti attentati del 21 luglio mentre i magistrati di Londra si preparano a emettere un mandato d’arresto europeo contro il presunto kamikaze mancato detenuto in Italia.

Gli ultimi due arrestati, individuati nel corso di perquisizioni ieri a sud di Londra, sono sospettati di aver ordinato, preparato o quantomeno incoraggiato atti di terrorismo. L’identità dei sospetti non è stata rivelata. Hamdi Issac resta rinchiuso nel carcere romano di Regina Coeli: il suo arresto è stato convalidato ma le procedure di estradizione verso la Gran Bretagna si annunciano lunghe. Issac, di origine etiope, ha già fatto sapere di non voler lasciare l’Italia, dove ha vissuto dal 1991 al 1996. La cittadinanza britannica la ottenne col nome di Osman Hussein e un falso passaporto somalo. Secondo l’avvocato d’ufficio, Antonietta Sonnessa, Issac non aveva lo scopo di uccidere. Issac ha lasciato indisturbato l’Inghilterra a bordo di un Eurostar. La polizia di frontiera francese, che avrebbe dovuto individuarlo, si discolpa dicendo che la qualità delle foto segnaletiche non era tale da permettere la sua identificazione. In Italia, poi, secondo i magistrati romani si sarebbe appoggiato a un rete familiare piuttosto che terroristica.