ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iran riprende programma arricchimento uranio. Aiea: non bloccare i negoziati.

Lettura in corso:

Iran riprende programma arricchimento uranio. Aiea: non bloccare i negoziati.

Dimensioni di testo Aa Aa

Due anni di negoziati con l’Iran caduti nel vuoto. L’Agenzia Onu per la sicurezza nucleare ha confermato di aver ricevuto la lettera con la quale Teheran notifica la riapertura del proprio programma di arricchimento dell’uranio.

I progetti che Teheran ha tentuto segreti per 18 anni erano stati bloccati lo scorso autunno grazie alla mediazione di Francia, Germania e Gran Bretagna. Il portavoce del parlamento ha detto che l’Iran non intende rinunciare ad una forma d’energia alternativa al petrolio. Ma la ripresa di una parte delle nostre attività – ha aggiunto – non implica l’abbandono dei negoziati. Un ultimo appello a proseguire sulla via delle trattive è venuto da Mohamed El Baradei, direttore generale dell’Aiea così come dalla Commissione Europea. “Speriamo ancora in una soluzione negoziata – ha detto il portavoce della Commissione. Speriamo inoltre che nei giorni a venire non venga fatto alcun passo che possa definitivamente compromettere il raggiungimento di un accordo” Nello specifico, è l’impianto di Isfahan, nel centro dell’Iran, a riaprire i battenti. Un’industria che si occupa di convertire in gas il minerale di uranio. La fase terminale dell’arricchimento vero e proprio avviene invece nelle centrifughe di un secondo stabilimento, quello di Natanz, che per ora dovrebbe restare inattivo. I Paesi occidentali, Stati Uniti in primis – che hanno inserito l’Iran nella lista nera dei cosiddetti stati canaglia – temono che l’apertura dei lavori porti alla creazione di armi nucleari. Ma la repubblica islamica assicura che l’arricchimento dell’uranio ha fini esclusivamente civili.