ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Arrestati i presunti terroristi del 21 luglio. Scotland Yard: non è finita

Lettura in corso:

Arrestati i presunti terroristi del 21 luglio. Scotland Yard: non è finita

Dimensioni di testo Aa Aa

L’inchiesta è stata rapida. Dopo gli arresti di ieri a Londra e a Roma e quello di mercoledì scorso a Birmingham, la polizia britannica ritiene di aver messo le mani sui 4 presunti responsabili dei falliti attentati del 21 luglio nella capitale del Regno unito.

Ibrahim Muktar Said avrebbe agito sull’autobus numero 26. L’altro sospetto, che dice di chiamarsi Ramzi Mohammed, avrebbe piazzato l’ordigno sulla Northern line della metropolitana. I due presunti terroristi sono stati sorpresi in un appartemento nel quartiere occidentale di Ladbroke Grove, a poche centinaia di metri da dove, una settimana fa, era stata ritrovata, inesplosa, una quinta bomba. Scotland Yard non ha comunque dichiarato finita la caccia all’uomo. In una conferenza stampa il capo dell’anti terrorismo Peter Clarke ha tenuto a precisare che le indagini sono tuttora in corso: “Malgrado i progressi investigativi, non dobbiamo cantare vittoria. La minaccia persiste ed è molto reale”. Oggi i giornali britannici tirano un sospiro di sollievo. Il fatto che i 4 presunti autori degli attentati siano stati trovati rassicura l’opinione pubblica.