ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Fiato sospeso nello spazio: in forse il rientro dello shuttle Discovery

Lettura in corso:

Fiato sospeso nello spazio: in forse il rientro dello shuttle Discovery

Dimensioni di testo Aa Aa

La Nasa prende tempo ma il ritorno del Discovery sulla Terra, previsto per il 7 agosto prossimo, è in forse. In queste ore è in corso l’analisi della superficie della navetta per individuare le conseguenze dell’impatto di frammenti del serbatoio staccatisi al momento del decollo. Sinora l’ente spaziale ha minimizzato, nessun danno significativo sarebbe stato riscontrato, ma il via libera non è stato dato: “Ci vorrà qualche giorno”, hanno detto i tecnici Nasa.Le telecamere hanno registrato martedì scorso la sequenza di un frammento di materiale isolante che si stacca dal serbatoio, senza fare danni. Ma altri frammenti hanno sicuramente colpito la superficie del Discovery.Ieri è avvenuto l’aggancio con la SSI, la stazione spaziale internazionale. I due equipaggi si sono ritrovati con entusiasmo, prima di trasferire gli approvvigionamenti arrivati dalla Terra.Un quesito però si pone sulla permanenza dell’equipaggio del Discovery: tornerà a bordo dello shuttle o sarà costretto ad attendere il prossimo, l’Atlantis, programmato per settembre? Un volo fissato prima che la Nasa decidesse di sospendere le prossime missioni sinché non si risolverà il mistero del serbatorio e del suo isolante che perde pezzi.Nel 2003 l’equipaggio del Columbia aveva sottovalutato la portata dei danni subiti dal rivestimento a protezione delle alte temperature a contatto con l’atmosfera. Da allora la Nasa ha investito un miliardo di dollari per rendere più sicuri i suoi shuttle e scongiurare tragedie come quella del 1.o febbraio 2003 (allora 7 astronauti persero la vita per l’esplosione del Discovery al rientro sulla Terra.