ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Dal 31 luglio basta pubblicità al tabacco in tutta Europa

Lettura in corso:

Dal 31 luglio basta pubblicità al tabacco in tutta Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

Da domenica prossima le scuderie della formula uno dovranno cercare sponsor diversi dalle marche di sigarette. Entra infatti in vigore la direttiva europea che vieta la pubblicità del tabacco su carta stampata, radio, internet e anche nelle manifestazioni culturali e sportive internazionali.La direttiva, approvata dal parlamento e dal consiglio europei nel 2003, secondo un rapporto della Banca Mondiale avrebbe l’effetto concreto di ridurre il consumo di tabacco. Ogni anno in Europa muoiono 650 mila persone per malattie legate al tabagismo. Restano però alcune eccezioni al divieto: la pubblicità sarà autorizzata nei cinema, sui cartelloni, su supporti commerciali come posacenere e ombrelloni, o nelle manifestazioni sportive e culturali locali. La Commissione aveva già provato a vietare completamente la pubblicità per il tabacco nel 1998, ma la Corte europea di giustizia aveva annullato la direttiva nel 2001, in quanto “oltrepassava le competenze dell’Unione europea”.Il provvedimento non copre invece la televisione, perché sul piccolo schermo gli spot per le sigarette sono già vietati in tutta l’Unione dai primi anni Novanta.La nuova direttiva lascia la libertà agli Stati membri di andare al di là delle disposizioni previste nel testo. Alcuni paesi infatti, tra cui l’Italia, hanno già leggi più avanzate in materia di quanto imposto dall’Unione europea.