ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gran Bretagna, la polizia: "Gli attentatori potrebbero colpire ancora"

Lettura in corso:

Gran Bretagna, la polizia: "Gli attentatori potrebbero colpire ancora"

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono in fuga, gli autori dei falliti attentati del 21 luglio a Londra e potrebbero colpire di nuovo. E’ ciò che teme la polizia britannica, dopo la scoperta di “significative quantità” di esplosivo nello stabile di Curtis Road in cui abitava uno di loro.

Scotland Yard ha raccolto le testimonianze di abitanti del quartiere che avrebbero visto i sospetti attentatori nel garage del palazzo proprio dopo i falliti attentati. Una circostanza che lascia pensare che altri ordigni possano ancora trovarsi nelle loro mani. Si vanno intanto completando i profili di almeno due dei mancati kamikaze. Mokhtar Said Ibrahim, 27 anni, nato in Eritrea, è arrivato in Gran Bretagna nel 1992 come richiedente asilo. Analogo il percorso di Yassin Hassan Omar, 24 anni, proveniente con la sua famiglia dalla Somalia. Proprio ad Omar appartiene la Golf bianca individuata ieri e che sarebbe servita per il trasporto delle bombe. Per il timore che possa essere stata trasformata in una trappola esplosiva, l’analisi dell’auto da parte degli esperti della scientifica, ha richiesto l’isolamentodell’intera area.