ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il museo di Baghdad rinascerà in forma virtuale. Grazie a un progetto italiano.

Lettura in corso:

Il museo di Baghdad rinascerà in forma virtuale. Grazie a un progetto italiano.

Dimensioni di testo Aa Aa

Restituire all’umanità un patrimonio unico andato in parte perduto a causa della guerra. Con questo scopo il museo di Baghdad rinascerà in forma virtuale grazie ad un progetto tutto italiano.

La guerra del Golfo nel ’91 e i bombardamenti in Iraq nel 2003 hanno danneggiato il museo, particolarmente ricco per la parte dedicata all’arte mesopotamica ed islamica antica. Il lavoro sarà completato in 3 anni. 800 mila euro di finanziamento per i primi 6 mesi. Giovanni Curatola è esperto di archeologia dell’arte islamica all’Università di Udine: “Il problema maggiore – spiega – è fermare i saccheggi ed impededire che le opere vengano sparpagliate per i Paesi dell’Occidente” Il museo virtuale radunerà i reperti ancora disponibili e quelli andati perduti. Silvia Chiodi è ricercatrice al Cnr di Roma: “La fase successiva del progetto consisterà nel mettersi a tavolino con gli iracheni per decidere insieme quali oggetti esporre, quali siano i più importanti, quali stanze rendere accessibili”. L’equipe italiana ha già realizzato progetti analoghi per la cappella degli Scrovegni di Padova e per il monumento di Arrigo VII che si trovava a Pisa. Il museo virtuale di Baghdad sarà visitabile su un sito web ancora da concordare con le autorità irachene.