ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tre anni al Portogallo per riportare il deficit pubblico sotto controllo

Lettura in corso:

Tre anni al Portogallo per riportare il deficit pubblico sotto controllo

Dimensioni di testo Aa Aa

È la proposta della Commissione Europea che a Bruxelles ha chiesto di concedere a Lisbona sino al 2008 per ricondurre il rapporto deficit/pil sotto la soglia del 3% Il deficit portoghese sarà pari quest anno al 6,2% del prodotto interno lordo. Oltre il doppio rispetto a quanto richiesto dal patto di stabilità. È il disavanzo più alto di tutti paesi dell’Unione. La decisione verrà discussa dai ministri delle finanze dell’Unione nella prima riunione formale dell’Ecofin prevista l’11 ottobre. Il nuovo approccio più flessibile alle norme del patto richiede però, secondo la portavoce del commissario europeo Almunia, misure strutturali, che durino nel tempo, per non ritrovarsi ogni anno con un buco da colmare. Il Portogallo è il secondo paese, dopo l’Italia, ad ottenere più tempo per rimettere ordine nei conti pubblici. Fra i provvedimenti annunciati da Lisbona, un aumento dell’iva e il congelamento della spesa pubblica. A rischio ci sonoalcuni progetti come l’ampliamento degli aeroporti della capitale e l’alta velocità ferroviaria.