ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Cina si prepara all'arrivo di Haitang

Lettura in corso:

La Cina si prepara all'arrivo di Haitang

Dimensioni di testo Aa Aa

Un milione di persone evacuate nel sudest della Cina, dove si attende il tifone Haitang.

Dopo l’esperienza dello scorso anno, quando Rananin causò la morte di decine di persone, le autorità sono corse ai ripari, anche se il tifone in arrivo non è più quella furia che ha attraversato ieri l’isola di Taiwan: i suoi venti raggiungono appena i 120 km orari e i meteorologi l’hanno definito un “tifone di intensità moderata”. Decine di voli sono comunque stati annullati, e migliaia di pescherecci hanno fatto ritorno in porto. Mobilitati in forza polizia ed esercito. Massima allerta nei pressi di dighe e bacini acquiferi. Il tifone Haitang ha comunque lasciato dietro di sé morte e desolazione: sei le vittime a Taiwan, danni all’agricoltura per diversi milioni di dollari, e centomila famiglie ancora senza luce. Dopo la chiusura, ieri, di scuole, uffici, aeroporti, oggi la vita riprende lentamente sull’isola, anche se piogge torrenziali sono previste sino a domani, soprattutto a sud: elevato il rischio allagamenti. Quanto all’uragano Emily, dopo aver attraversato la penisola messicana dello Yucatan, si muove alla volta del Texas, seppur molto ridimensionato rispetto alla potenza con cui ha costretto migliaia di turisti a lasciare in fretta e furia il Messico, o a barricarsi in albergo o rifugi di fortuna. Otto le vittime di Emily, oltre ai danni all’industria del turismo e del petrolio: l’estrazione di greggio nel Golfo del Messico è stata bloccata almeno sino a domani. 1.07