ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele, in migliaia in marcia verso Gush Katif, stato di massima allerta

Lettura in corso:

Israele, in migliaia in marcia verso Gush Katif, stato di massima allerta

Dimensioni di testo Aa Aa

Hanno ripreso la loro marcia di protesta verso Gush Katif le decine di migliaia di dimostranti israeliani impegnati in un ultima sfida al governo di Ariel Sharon e al suo piano di ritiro dagli insediamenti di Gaza.

In 30 mila si erano riuniti ieri a Nevitot, nel sud del paese. Di lì si sono diretti verso Kissufim, luogo di accesso alle colonie di Gaza. Hanno passato la notte nel kibbutz di Kfar Maimon. Dopo i primi scontri ieri, la polizia israeliana si trova ora nel massimo stato d’allerta, l’allarme rosso: è la prima volta dopo la guerra in Iraq del 2003. Le forze dell’ordine hanno circondato i manifestanti, determinati ormai a raggiungere Gush Katif con tutti i mezzi possibili e nonostante il divieto delle autorità. Il loro scopo è dare man forte ai coloni che non intendono piegarsi al piano di ritiro da Gaza. L’evacuazione dei circa 8 mila coloni dovrebbe iniziare a metà agosto. Gli oppositori conservatori al progetto di ritiro hanno fallito in ogni tentativo di bloccare l’operazione per via parlamentare. La maggioranza della popolazione, secondo gli ultimi sondaggi, appoggia il piano di smantellamento delle colonie del premier Ariel Sharon.