ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Budget 2006: approvato con polemica

Lettura in corso:

Budget 2006: approvato con polemica

Dimensioni di testo Aa Aa

Accuse reciproche e nuovi battibecchi tra la presidenza britannica e la commissione europea. Oggetto del contendere: il budget. Non quello della gestione 2007-2013, già bocciato da Blair a giugno, ma il bilancio del prossimo anno, la cui approvazione è piú urgente. I britannici chiedono di ridurre di un miliardo il budget proposto dalla commissione, tagliando 429 milioni alla ricerca, proprio il settore sui cui Blair aveva detto di voler puntare. Una contraddizione denunciata ieri dalla commissione, ma oggi il sottosegretario al Tesoro, Ivan Lewis:

“La commissione europea continua a ripetere che la presidenza vuole tagliare i fondi alla ricerca. Ma il consiglio propone in realtà di aumentare il budget del 12% per il 2006. La commissione pensava ad un aumento del 22%, Quindi non si taglia di un vero taglio, ma di un aumento rispetto all’anno scorso. Semplicemente un aumento inferiore rispetto a quanto previsto dalla commissione per il 2006” Botta e risposta tra Londra e Bruxelles. La commissaria al bilancio, la lituana Dalia Grybauskaité rilancia e punta il dito sui tagli all’amministrazione, che mettono a rischio le nuove assunzioni necessarie per un’Europa allargata. “La proposta sul tavolo oggi- ha detto- non fa differenze tra chi è assunto nei vecchi o nuovi membri, ma questo significa che dal 2006, dal prossimo anno, la commissione europea dovrà bloccare ogni assunzione“Secondo la Gran Bretagna tuttavia la commissione non era riuscita a riempire tutti i posti di lavoro creati per l’allargamento ai nuovi stati. Contrari alla proposta britannica, la Germania, l’Olanda e l’Austria si sono astenute in questo primo voto sul budget 2006.