ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Attentati di Londra, primi indizi sui terroristi

Lettura in corso:

Attentati di Londra, primi indizi sui terroristi

Dimensioni di testo Aa Aa

Impronte digitali sugli ordigni di Londra: secondo indiscrezioni le avrebbero trovate gli investigatori britannici che stanno ora cercando di capire se sono quelle degli attentatori.

Secondo la stampa le quattro bombe erano tutte del medesimo tipo, confezionate dalle mani esperte della stessa persona a partire da esplosivo militare, forse proveniente dai Balcani. “Abbiamo raccolto 2.500 videocassette di circuiti chiusi. Abbiamo ricevuto duemila telefonate alla linea anti-terrorismo. Faremo di tutto perché i responsabili vengano presi”, dicono a Scotland Yard. Nei nastri video si cercano i volti delle quattro persone che giovedì mattina, dopo un appuntamento alla stazione King’s Cross, si sono separate per andare a piazzere gli ordigni in tre metropolitane e un autobus. “Perseguiremo i responsabili ovunque essi siano – ha promesso ieri il premier britannico Tony Blair – Non avremo pace finché non saranno identificati e assicurati alla giustizia” Le indagini vengono condotte a livello europeo e internazionale. Nessuna misura speciale è attesa dall’Unione Europea. Il commissario alla giustizia Franco Frattini ha tuttavia proposto di individuare in ogni paese un referente nazionale anti-terrorismo.