ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Commercio: dettaglio in crescita, ma la crisi non è finita

Lettura in corso:

Commercio: dettaglio in crescita, ma la crisi non è finita

Dimensioni di testo Aa Aa

Cresce il commercio al dettaglio in Europa, ma è troppo presto per parlare di ripresa: i dati forniti da Eurostat parlano di un aumento – in maggio rispetto all’anno precedente – del 2% per le vendite nella zona euro, e del 2,1% nel complesso dell’Unione Europea. I dati della crescita mese su mese restano altalenanti, e la crescita-record di maggio (più 1,1% rispetto ad aprile) viene spiegata in parte come un rimbalzo tecnico dopo il crollo di aprile. Aprile era in calo perché nel periodo pasquale gli acquisti si sono concentrati nel mese di marzo. La Banca Centrale Europea domani potrebbe, in teoria, decidere di tagliare i tassi di interesse, per stimolare la crescita economica. Ma proprio oggi Jaime Caruana, governatore della banca centrale spagnola e membro del board della Bce, ha detto che la scarsa crescita dell’economia europea è legata a problemi strutturali, e un taglio dei tassi servirebbe a poco o nulla. Nel frattempo però la Commissione affari monetari dell’Europarlamento ha bocciato un rapporto della Bce, che viene accusata di badare troppo alla stabilità monetaria e troppo poco alla crescita economica. La flessione dell’euro rispetto al dollaro, nelle ultime settimane, ha in compenso dato respiro all’export europeo, e questo potrebbe spingere la Bce a decidere di attendere ancora. .