ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Suspence sui brevetti dei software

Lettura in corso:

Suspence sui brevetti dei software

Dimensioni di testo Aa Aa

Potrebbe essere bocciata la controversa direttiva sui brevetti dei software. Il testo arriverà nell’aula del parlamento europeo mercoledí mattina. Contro il progetto hanno manifestato diversi programmatori informatici a Strasburgo. Ascoltando le loro proteste il gruppo dei verdi, della sinistra radicale e dei liberali hanno presentato degli emendamenti destinati ad affossare la direttiva.

Secondo il portavoce di un’associazione che riunisce 2 000 piccole e medie aziende, la legge europea potrebbe favorire solo i grandi gruppi. $ “Creerà un terreno minato – dice Rufus Pollock- sarà molto difficile per le piccole e medie imprese entrare nel sistema, creerà cartelli a cui solo le grandi aziende potranno partecipare” Anche il principale gruppo politico, i popolari, potrebbero votare contro, ma per ragioni opposte. I numerosi emendamenti potrebbero limitare troppo l’applicazione del brevetto, e gli interessi dei giganti del software non verrebbero piú tutelati. Mark MacGann rappresenta l’associzione europea dell’industrie dell’informatica: “E’ triste che in Europa oggi le grandi aziende siano contrapposte alle piccole- dice. Nel nostro settore, che rappresenta una delle industrie piú dinamiche d’Europa con l’8% del prodotto interno lordo europeo, esiste un vero e proprio ecosistema in cui i grandi hanno bisogno delle piccole imprese e le piccole hanno bisogno dei grandi”. Dall’airbag alla lavatrice, i software fanno ormai parte della nostra vita. Se per le grandi industrie il brevetto è un modo per finanziare la ricerca, per i piccoli progammatori si rischia di limitare la libertà di innovazione. In assenza di una legge, l’ufficio europeo brevetti ha già registrato 30 000 invenzioni che utilizzano l’informatica.