ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

G8, scontri tra polizia e dimostranti a Edimburgo

Lettura in corso:

G8, scontri tra polizia e dimostranti a Edimburgo

Dimensioni di testo Aa Aa

Scontri tra dimostranti e polizia a Edimburgo, in scozia, mentre si avvicina il mercoledi’ d’inizio per il vertice del G8 a Gleneagles. 21 persone sono rimaste ferite lunedi’, quattro tra le forze dell’ordine. Novanta i dimsotranti arrestati.

La manifestazione era iniziata tuttavia nella calma. Le violenze sarebbero state poi provocate da circa una trentina di anarchici, che si trovavano tra la folla. Trai leader del g8, intanto George Bush si prepara ad affrontare i temi caldi del summit e mette le mani avanti. “Tony Blair – ha detto il presidente statunitense – ha preso le sue decisioni pensando al bene della Gran Bretagna. Io ho fatto le mie scelte pensando al meglio per gli americani. Tra i nostri due paesi non c‘è nessun obbligo o impegno”. A dire: Il sostegno britannico alla guerra irachena, secondo Bush, non obbliga gli Stati Uniti a cedere alle pressioni di Tony Blair sulla politica ambientale. Nessuna concessione dunque nella posizione statunitense: rimane fermo il rifiuto del protocollo di Kioto per la riduzione dell’effetto serra. Ottimismo comunque da parte britannica e non solo rispetto all’ecologia. “Penso che ci sarà un accordo soddisfacente da entrambe le parti – ha detto il ministro degli esteri Jack straw – sia riguardo agli aiuti che al cambiamento climatico”. Altro tema fondamentale del summit è infatti il sostegno ai paesi in via di sviluppo. I membri del g8, i sette paesi più industrializzati al mondo piu’ la Russia, ne discuteranno da mercoledì fino a venerdì.