ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kaliningrad per un giorno ponte tra l'Europa comunitaria e la Russia

Lettura in corso:

Kaliningrad per un giorno ponte tra l'Europa comunitaria e la Russia

Dimensioni di testo Aa Aa

Lasciate alle spalle le polemiche per i festeggiamenti dei 750 anni della sua fondazione, il padrone di casa Vladimir Putin ha accolto stamani gli ospiti eccellenti, il presidente francese Chirac e il cancelliere tedesco Schroeder.

Un incontro di lavoro che cade nel pieno delle celebrazioni, ha precisato il capo del Cremlino glissando sui malumori di Lituania e Polonia, stati che confinano con l’enclave russa e che questa volta per le celebrazioni non sono stati invitati. I temi in agenda del vertice rimandano all’attualità più stretta. Putin ha salutato i suoi ospiti dicendosi soddisfatto di aver l’opportunità di scambiare punti di vista diversi su problemi politici, sul futuro delle relazioni bilaterali tra Russia-Francia e Russia-Germania. E ancora, ha aggiunto, per la Russia è importante capire cosa potrà cambiare nei rapporti tra Russia e Unione europea con l’adozione della nuova costituzione.L’incontro a Kaliningrad non sembra essere casuale, per Putin questo fazzoletto di terra simboleggia una migliore collocazione russa in un’Europa comunitaria più grande. Fondata nel 1255 dai Cavalieri Teutonici, Kaliningrad è rimasta legata a doppio nodo alla storia della Prussia e della Germania. Soltanto alla fine della seconda guerra mondiale la citta’ – quasi completamente rasa al suolo dai bombardamenti – è finita sotto il controllo di Mosca, e nel 1946 divenne Kaliningrad, perdendo il secolare nome di Koeninsberg.