ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq rovente. Rapito l'ambasciatore egiziano a Baghdad

Lettura in corso:

Iraq rovente. Rapito l'ambasciatore egiziano a Baghdad

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ stato rapito Ihab el-Sherif, il capo della missione diplomatica egiziana in Iraq. Di lui non si hanno notizie dopo che è stato prelevato da uomini armati che dopo averlo feritoi lo hanno costretto a seguirli. El-Sherif era da un mese a Baghdad e non aveva ancora presentato le sue c redenziali. Il partito islamico, principale organizzazione sunnita in Iraq, ha condannato il sequestro.

Intanto rischia di venire alla luce un nuovo caso Calipari: l’uccisione a Baghdad di Salah Jmor, cittadino svizzero di origine kurda. Jmor, che era in predicato di diventare ministro per il commercio nel governo autonomo kurdo, è stato ucciso martedi scorso da un soldato Usa a un posto di blocco. “E’ stato un omicidio”, accusa il cugino della vittima. “Se i soldati statunitensi temevano che la sua vettura fosse un’autobomba, avrebbero mirato al conducente, non al passeggero”. La Svizzera ha chiesto spiegazioni agli Stati Uniti, dice la responsabile del Dipartimento federale degli affari esteri, Micheline Calme-Rey, sollecitando inoltre l’apertura di una inchiesta. Salah Jmor viveva da 25 anni in Svizzera, paese di cui aveva ottenuto la cittadinanza.