ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

USA: la Federal Reserve aumenta dello 0,25% il costo del denaro

Lettura in corso:

USA: la Federal Reserve aumenta dello 0,25% il costo del denaro

Dimensioni di testo Aa Aa

La Federal Reserve ha deciso di aumentare il costo del denaro, a un anno dal primo incremento che chiuse una lunga fase di tassi bassi: la notizia è stata resa pubblica al termine dei due giorni di vertice del board della banca centrale americana. Un incremento di un quarto di punto, che porta il tasso americano al 3,25%, ormai ben al di sopra di quello europeo, fermo al 2%. Nettamente più alto il tasso britannico, mentre quello giapponese è ormai da anni vicino al livello 0. La decisione della Fed è legata al buon andamento dell’economia statunitense, con un incremento del Pil pari al 3,8% del primo trimestre di quest’anno. Anche se a crescere, e grazie al dollaro debole, è stato soprattutto l’export. In forte crescita, nel trimestre, anche le costruzioni, mentre cresce molto meno del previsto il commercio e anche i profitti delle principali imprese hanno subìto un netto ridimensionamento. Alle incognite si aggiunge il prezzo del petrolio, in calo in questi giorni ma sempre pronto a nuove fiammate. Per questo, in presenza di una crescita comunque sostenuta e di un’inflazione sotto controllo, la decisione è stata di procedere, ma con prudenza. Si tratta, comunque, del nono incremento consecutivo. I mercati se l’aspettavano.