ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Legge sui matrimoni gay: in vista l'approvazione definitiva in Spagna

Lettura in corso:

Legge sui matrimoni gay: in vista l'approvazione definitiva in Spagna

Dimensioni di testo Aa Aa

È in dirittura d’arrivo la controversa legge sul matrimonio omosessuale in Spagna. Dopo il primo sì dei deputati, ad aprile, oggi la Camera bassa del Parlamento dovrebbe riapprovare la normativa, superando così il no del Senato, la scorsa settimana. Scontata la vittoria del sì: in prima lettura solo i popolari e i nazionalisti baschi votarono contro il disegno di legge.

Decisamente ostili i gruppi che si vogliono difensori dei valori tradizionali, come il Forum Spagnolo della famiglia, i cui membri ieri si sono dati appuntamento davanti alle Cortes: con le loro maschere hanno voluto simboleggiare l’indifferenza del governo socialista alle loro proteste. Avrebbero raccolto 600mila firme che si aggiungono al mezzo milione messo insieme da altri gruppi. “Solo una minoranza, dice il loro portavoce, vuole il cambiamento dell’attuale normativa secondo cui la famiglia è l’unione di un uomo e una donna.” Nella Spagna tradizionalmente cattolica il disegno di legge ha spaccato il paese, diviso tra chiesa e conservatori da una parte, e sostenitori del governo socialista dall’altra. Per questa militante “se la Spagna, cattolica e mediterranea, solo da poco attiva nella tutela di certe libertà, riesce a far approvare una legge del genere, qualunque altro paese europeo è in grado di fare altrettanto.” Da settimane le manifestazioni contro il matrimonio gay e a sostegno della famiglia si sono moltiplicate in Spagna, che andrà probabilmente ad allinearsi a Belgio e Olanda, le due sole nazioni in Europa che abbiano legalizzato le unioni omosessuali.