ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nel Regno Unito riesplode la polemica sull'introduzione della carta d'identità

Lettura in corso:

Nel Regno Unito riesplode la polemica sull'introduzione della carta d'identità

Dimensioni di testo Aa Aa

Alla vigilia del secondo passaggio della proposta di legge sulla carta d’identità alla Camera dei Comuni l’istituto londinese di economia ha pubblicato uno studio secondo il quale il varo del nuovo sistema, che conterrà dati biometrici, costerà ventisette miliardi di euro, tre volte di più dei nove miliardi di euro previsti dal governo.

Ad alimentare la diatriba vi sono anche le rivelazioni di alcuni tabloid secondo i quali le informazioni contenute nel nuovo documento potrebbero essere vendute a compagnie private per ricerche di mercato. Le associazioni dei consumatori sono scese sul piede di guerra. Conservatori, liberlademocratici e anche una frangia laburista si sono schierati contro la legge. Per Downing Street il documento nazionale d’identità, che in Gran Bretagna ha avuto un precedente solo nei primi anni del secondo dopoguerra, rappresenta un importante strumento per la contro il terrorismo, l’immigrazione clandestina e le frodi. La nuova carta d’identità dovrebbe entrare in vigore dal 2008.