ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gli Usa ammettono: "stiamo trattando con la guerriglia"

Lettura in corso:

Gli Usa ammettono: "stiamo trattando con la guerriglia"

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo indiscrezioni, smentite, mezze ammissioni, è arrivata la conferma: gli Stati Uniti stanno trattando con la guerriglia irachena. Una scelta quasi obbligata “visto che la violenza s’intensificherà”, ha detto Donald Rumsfeld.“Le prossime tappe in Iraq sono la costituente, quindi il referendum sulla carta fondamentale, e le elezioni di dicembre. I terroristi, ha detto il segretario alla difesa americana, faranno il possibile per fermare tutto ciò. È assai probabile dunque che gli attacchi si moltiplicheranno.”

Solo ieri i morti sono stati più di trenta nella città di Mosul, a nord, in tre diversi attentati, rivendicati da Al Qaida. Attacco suicida anche nel centro petrolifero di Kirkuk. Nonostante gli oltre 1.700 soldati morti, l’amministrazione americana si è sinora rifiutata di fissare una data per il ritiro dall’Iraq.