ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Prime vittime del caldo in Europa

Lettura in corso:

Prime vittime del caldo in Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

Sole e afa non danno tregua. L’Italia boccheggia. Proprio il Bel paese registra le temperature piu’ elevate rispetto alla media e i primi morti. Particolarmente colpite, le regioni settentrionali, dove la colonnina di mercurio è salita in questi giorni, ben al di sopra dei 30°. Anche in Valle d’Aosta si sono toccati i 34°, sebbene il primato della regione piu’ calda spetti alla Sardegna.

Per lunedi’ le temperature, annunciano i meteorologi, saliranno ancora: si attendono punte di oltre 40 gradi, come a Torino, una calura resa ancora piu’ insopportabile dall’alto tasso di umidità. Un po’ ovunque sono scattati i dispositivi di allerta, per soccorrere anziani cardiopatici, i piu’ vulnerabili di fronte al caldo. Le prime vittime sono proprio anziani stroncati da attacchi cardiaci dovuti in parte anche alle temperature elevate. Si annuncia un’estate da record con gravi problemi anche per l’acqua, le autorità invitano già a non sprecarla. Già inginocchio l’agricoltura, in Italia, e non solo: Spagna e Portogallo hanno chiesto l’aiuto dell’Unione Europea per far fronte alla prolungata siccità che affligge i due paesi. E con l’estate, arriva anche la stagione degli incendi: in Portogallo i vigili del fuoco sono già in azione, come del resto i piromani, il primo della stagione è già stato individuato. Nelle due estati precedenti, buona parte del patrimonio boschivo lusitano era già andato in fumo. La maggior parte degli incendi, ricordano le autorità, è di natura dolosa.