ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ibarretxe confermato capo del governo basco, ma governare non sarà facile

Lettura in corso:

Ibarretxe confermato capo del governo basco, ma governare non sarà facile

Dimensioni di testo Aa Aa

Il leader nazionalista moderato Juan José Ibarretxe è stato confermato alla guida del governo basco, ma il suo terzo mandato consecutivo si preannuncia non agevole.

Uscito indebolito dalle elezioni regionali dello scorso aprile, Ibarretxe deve la sua rielezione a premier alla colletta politica dei comunisti, che lo hanno votato seppur con due soli deputati su nove per sbarrare la strada al candidato socialista Patxi Lopez, sostenuto anche dai popolari. Il Pcnv salda così il debito per l’appello di Batasuna, partito disciolto perché ritenuto il braccio politico dell’eta, che in campagna elettorale aveva invitato a votare i comunisti. Ma il messaggio politico per Ibarretxe è chiaro: la sua autonomia è limitata e ogni decisione dovrà essere negoziata. Dal governo spagnolo nessuna reazione ufficiale per ora. Il premier José Luis Rodriguez Zapatero è in attesa di segnali concreti dai Paesi baschi dopo l’offerta di dialogo ai terroristi dell’Eta in cambio dell’abbandono della violenza. Da Madrid risponde invece il portavoce del PipiEduardo Zaplana: “Gli amici dei terroristi a cui Zapatero ha facilitato l’ingresso in Parlamento hanno eletto Ibarretxe e il risultato non potrà essere che una legislatura molto complicata”. Il premier basco, che non ha rinunciato al suo piano per una maggiore autonomia della regione, ha annunciato che intende convocare un tavolo comune per tutti i partiti dei Paesi baschi e definire colletivamente la questione dello statuto dei Paesi baschi. I popolari hanno declinato l’offerta, spiegando che non tratteranno mai con Batasuna.