ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libano: domani prime elezioni libere da influenza siriana. Saad Harir favorito.

Lettura in corso:

Libano: domani prime elezioni libere da influenza siriana. Saad Harir favorito.

Dimensioni di testo Aa Aa

In Libano si aprono domani, alla presenza di osservatori internazionali, i seggi per le prime elezioni legislative senza influenza siriana da 33 anni, ma 17 candidati sono già stati eletti. In alcune circoscrizioni i concorrenti all’opposizione al governo filo-siriano in carica non si sono neppure presentati, certi di perdere.

È l’effetto-Hariri, l’ex primo ministro assassinato il 14 febbraio scorso. La lista guidata dal figlio secondogenito, Saad, è data vincente in tutto il paese, in particolare a Beirut. Nella capitale si vota domani: nelle altre quattro circoscrizioni le elezioni si terranno il 5, il 12 e il 19 giugno. Tra i già eletti anche Walid Jumblatt, leader druso del partito socialista, membro dell’opposizione anti-siriana e alleato di Hariri. Con lui è già stato eletto anche il suo più stretto collaboratore, l’ex ministro dell’economia Marwan Hamade. In corsa per uno dei 128 seggi del Parlamento anche il generale Michel Aoun, capo del Movimento Patriottico Libero, rientrato in Libano dopo il ritiro delle truppe siriane. Membro dell’opposizione, ha preferito correre da solo dopo la rottura dell’accordo elettorale con Hariri e Jumblatt. Sono 3 milioni i libanesi chiamati alle urne. Secondo gli ultimi sondaggi il 70% degli elettori è schierato con l’opposizione anti-siriana che raccoglie consensi sia tra la comunità cristiana che in quella musulmana.