ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Paesi Baschi spagnoli, ancora esplosioni

Lettura in corso:

Paesi Baschi spagnoli, ancora esplosioni

Dimensioni di testo Aa Aa

Alcuni ordigni sono esplosi questa notte presso la stazione di Barakaldo in Biscaglia, nei paesi baschi spagnoli. Non ci sono vittime, ma solo danni, anche se non irrilevanti. Secondo la polizia gli ordigni sarebbero stati posti da alcuni uomini incappucciati che si sarebbero poi dati alla fuga. Non ci sono per il momento rivendicazioni, mentre ieri a Madrid un attentato che porta la firma dell’ETA ha ferito cinque persone. L’esplosione deglii ordigni seguono la detenzione nella capitale del leader del disciolto partito basco Batasuna, Arnaldo Otegi, per appartenenza a banda armata. La detenzione ha provocato reazioni negative da molte parti dello spettro politico spagnolo, eccetto governo e Partito Popolare.

Otegi è stato trasferito ammanettato in una cella di massima sicurezza del carcere di Soto del Real nella capitale dopo essere stato interrogato per diverse ore dal giudice. Gli indipendentisti baschi hanno risposto con manifestazioni di piazza all’arresto del leader di Batasuna ieri a Vitoria, capitale del Paese basco spagnolo e anche al di là del confine, nella città basca francese di Bayonne. Otegi, ex deputato e leader di un partito disciolto perché ritenuto braccio politico dell’Eta, ha respinto tutte le accuse di appartenenza a questa organizzazione ma il giudice ha ritenuto che ci siano elementi sufficienti per trarre questa conclusione.