ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mosca, le conseguenze del black out

Lettura in corso:

Mosca, le conseguenze del black out

Dimensioni di testo Aa Aa

Non ha fatto nessuna vittima il black out che ha investito oggi mezza mosca. Ha coinvolto circa due milioni di persone, 24 città periferiche sono andate k.o ma le conseguenze dell’incidente si stanno gradualmente riassorbendo senza gravi danni.Si conferma intanto come probabile causa scatenante della vicenda il logorio delle attrezzature della grande sottostazione di Ciaghino, a sud della capitale, obsoleta malgrado l’incremento degli investimenti strutturali nel settore elettrico di questi ultimi anni. Non si esclude d’altronde che una qualche parte possa aver avuto anche il caldo record che si è abbattuto negli ultimi due giorni su Mosca, con un’improvvisa impennata delle temperature oltre i 30 gradi.

Il presidente Vladimir Putin ha dato la colpa ai vertici della Ues, la compagnia elettrica nazionale. “E’ possibile – ha dichiarato il leader del Cremlino – che Ues non presti abbastanza attenzione alle attivita’ di routine. Dovrebbero pensare non soltanto alle strategie globali e alle riforme ma anche alle attivita’ di tutti i giorni”. Ues (una specie di Enel russa) è capeggiata da Anatoli Ciubais, “zar delle privatizzazioni” in epoca Ieltsin e tra i capofila dello schieramento liberaldemocratico. Ciubas è cosiderato un potente con molti nemici, da oltre un decennio è un afigura chiave nella russia postsovietica,è sfuggito a un clamoroso attentato appena un paio di mesi fa e le sue dimissioni per questa vicendasono state sollecitate ora in particolare dal partito radical-nazionalista Rodina.