ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Maxi-inchiesta in Italia su pedofilia e pornografia on line

Lettura in corso:

Maxi-inchiesta in Italia su pedofilia e pornografia on line

Dimensioni di testo Aa Aa

Il bilancio è di 186 indagati, tra cui tre sacerdoti, un vigile, un sindaco, due assessori, un assistente sociale. Tutti si sarebbero collegati a un sito Internet dedicato, secondo gli inquirenti, a veri esperti del genere.

Il sito presentava immagini e filmati pornografici di bambine asiatiche, tra i 4 e gli 8 anni, violentate e percosse. Il tutto in un indirizzo non indentificabile da navigatori occasionali, visualizzato per soli nove giorni con la tecnica del “mordi e fuggi”, con indizi e chiavi d’accesso sparsi in diversi siti specializzati. Nonostante le notevoli precauzioni prese dagli autori, il sito è stato scoperto e denunciato da Telefono Arcobaleno. Gli 11 mesi di indagini avviati dalla Procura di Siracusa sono stati determinanti. Tutti gli indagati, tra cui tanti insospettabili, sono uomini, la maggior parte residenti in Lombardia, Veneto e Piemonte. Secondo il presidente di Telefono Arcobaleno, è necessaria una normativa che tuteli i minori in modo piu’ efficace.