ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tornano in patria oggi i tre giornalisti rumeni rapiti in Iraq

Lettura in corso:

Tornano in patria oggi i tre giornalisti rumeni rapiti in Iraq

Dimensioni di testo Aa Aa

La notizia dell’avvenuta liberazione di Marie-Jeanne Ion, Sorin Miscoci e Ovidiu Ohanesian e del loro traduttore iracheno è stata diffusa nel pomeriggio di ieri. A Bucarest c‘è stata una esplosione di gioia ma il pensiero è andato anche agli altri ostaggi in Iraq come la cronista francese Florence Aubenas ormai da 138 giorni nelle mani dei suoi rapitori. “Siamo veramente felici. Speriamo che adesso tutti gli altri rapiti possano essere liberati”, afferma un cittadino della capitale rumena.

“Posso immaginire quello che i genitori hanno sofferto in queste settimane, e adesso provo un’immensa contentezza”, dice un altro. Il presidente della Repubblica Traian Basescu ha dichiarato che non è stato pagato alcun riscatto. Basescu ha aggiunto che negli ultimi giorni, le autorità irachene avevano arrestato diverse persone sospettate di avere legami con i sequestratori. Il gruppo armato Squadroni di Muad bin jebel aveva minacciato di uccidere gli ostaggi se il governo di Bucarest non avesse ritirato il suo contingente di 860 soldati dall’Iraq.