ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kabul, Karzai "scioccato" per le torture Usa a detenuti afghani

Lettura in corso:

Kabul, Karzai "scioccato" per le torture Usa a detenuti afghani

Dimensioni di testo Aa Aa

Il presidente afghano Ahmid Karzai si è detto scioccato per le notizie rivelate ieri dal New York Times, che ha parlato di torture sistematiche compiute da soldati statunitensi sui prigionieri afghani, e della morte di due detenuti nel carcere di Bagram, nel 2002.

“Pretendiamo che gli Usa facciano partire le persone coinvolte nei casi denunciati, e che si possa dare un taglio definitivo a tutto ciò”, ha detto ai giornalisti Karzai, che ha pure aggiunto di stare lavorando per una rapida liberazione dell’italiana Clementina Cantoni. Le rivelazioni del New York Times citano un rapporto dell’esercito Usa su gravissimi abusi ai detenuti, un rapporto che è altra benzina sul fuoco, dopo l’onda di proteste seguita ad un articolo di Newsweek che riferiva di un Corano buttato nel water nella prigione di Guantànamo. Nonostante una marcia indietro del settimanale le proteste anti-Usa hanno infiammato per giorni l’Afghanistan, causando una ventina di vittime.