ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Eurolandia, produzione industriale in calo ma Bce non taglia i tassi

Lettura in corso:

Eurolandia, produzione industriale in calo ma Bce non taglia i tassi

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli ultimi dati sulla produzione industriale in Eurolandia fanno temere il peggio, ma la Banca Centrale Europea non da’ segno di voler cambiare idea: i tassi di interesse non si abbassano.Il presidente dell’istituto di Francoforte Jean Claude Trichet risponde cosi’ alle pressioni di Italia, Germania e del Fondo Monetario Internazionale per un taglio dei tassi“Il livello dei tassi di interesse è molto basso per gli standard storici, sia in termini nominali che reali, e offre già un sostegno all’attività economica. Manterremo l’attenzione vigile su tutti gli sviluppi che possono comportare dei rischi per la stabilità dei prezzi sul medio termine“Rimane dunque prudente la Bce, anche se l’inflazione – dice – non dovrebbe superare nei prossimi mesi il limite del 2 per cento designato dall’istituto europeo. Anche ad aprile il tasso dei prezzi al consumo annuale è stato del 2,1 per cento, immutato su base mensile e solo in lieve rialzo rispetto al 2 per cento dello scorso anno.A preoccupare in Europa è il calo della produzione industriale, che ha perso terreno per il secondo mese successivo: da marzo a febbraio è scesa dello 0,2 per cento. E già nel mese precedente era diminuita dello 0,6 per cento.L’Italia è già passata tecnicamente dalla stagnazione alla recessione e per alcuni analisti anche altre zone deboli di eurolandia potrebbero seguirla, in primo luogo Germania e Francia.