ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Vertice del consiglio d'Europa: a Varsavia in cerca d'identità

Lettura in corso:

Vertice del consiglio d'Europa: a Varsavia in cerca d'identità

Dimensioni di testo Aa Aa

I dirigenti di 46 Stati europei si sono ritrovati a Varsavia per il terzo vertice del Consiglio d’Europa. L’istituzione che riunisce tutti i Paesi del continente, ad eccezione della Bielorussia, è in cerca di una propria identità dopo l’allargamento dell’Unione europea. La Russia, che figura tra i cinque principali finanziatori del Consiglio, ha minacciato di ridurre il proprio contributo denunciando lo strapotere di Bruxelles.

Ma per il presidente di turno dell’unione, il lussemburghese Jean-Claude Juncker, la rivalità tra i due organismi sovranazionali non ha ragione di esistere. Il presidente lituano Valdas Adamkus ha anche deplorato il regime autoritario del presidente bielorusso Alexander Lukashenko: “Un vicino della Lituania resta una zona d’ombra sulla carta delle democrazie europee”, ha detto Adamkus. Nel corso del vertice è prevista la firma di tre convenzioni: sulla prevenzione del terrorismo, sul riciclaggio del denaro sporco e contro il traffico di persone.