ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tony Blair pensa ad un Mister Referendum per la costituzione europea

Lettura in corso:

Tony Blair pensa ad un Mister Referendum per la costituzione europea

Dimensioni di testo Aa Aa

Vinte le elezioni, il piú difficile deve ancora arrivare per Tony Blair. Da luglio la Gran Bretagna dovrà gestire la presidenza di turno dell’Unione europea, non un compito facile in un paese tradizionalmente euroscettico. Tra le priorità, l’apertura delle trattative con la Turchia ad ottobre, le discussioni sul budget, ma soprattutto sul piano interno, Blair dovrà organizzare il referendum sulla costituzione europea. E per preparare la campagna il primo ministro dovrebbe nominare un Mister Referendum, si fanno i nomi di David Blunkett, ex ministro dell’interno, Alan Milburn, capo della campagna laburista, il suo vice David Miliband e Peter Hain, il leader della Camera dei Deputati. Previsto nei primi mesi del 2006, dopo il semestre, il referendum potrebbe anche saltare, un no dei francesi, solleverebbe Blair dall’impiccio…