ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Costituzione europea: il no tenta anche agli olandesi

Lettura in corso:

Costituzione europea: il no tenta anche agli olandesi

Dimensioni di testo Aa Aa

Secondo i sondaggi, il “no” alla costituzione europea potrebbe spuntarla anche nei Paesi Bassi. Gli olandesi voteranno il primo giugno, appena tre giorni dopo la Francia, dove l’esito del referendum è quantomai incerto.

Spiega l’eurodeputata verde olandese, Kateljine Buitenweg: “Il fronte del no è molto diviso al suo interno. Sono sicuro che se si mettesse insieme in Francia i nazionalisti Le Pen e De Villiers con qualcuno dell’estrema sinistra, contrario alla costituzione, non potrebbero mettersi d’accordo su un’alternativa. Il fronte del sí non è cosí diviso come quello del no” Willem Bos è il leader della campagna per il no, ritiene che l’attuale trattato costituzionale sia poco democratico: “La gente -dice-vuole avere voce su quello che succede in Europa. Non vogliono istituzioni europee lontane che decidano cose che incidono sulle loro vite” La coalizione di governo di centro destra guidata dal primo ministro Jan Peter Balkenende, sostiene apertamente il sí alla costituzione insieme ai laburisti all’opposizione. Cercano di vincere i timori degli olandesi, paure che alimentano un certo euroscetticismo in questo che è uno dei sei paesi fondatori dell’unione. Sottolinea Paul Kapteyn, sociologo dell’Università di Amsterdam: “La gente pensa che la costituzione potrebbe agevolare l’immigrazione verso l’Olanda o verso l’Europa. Non è cosí, ma la gente lo pensa e per questo dice no” Il referendum non sarà vincolante per il governo olandese, ma la popolazione pensa che con un no, potrà ottenere deroghe alla legislazione europea, come già avviene per altri paesi.