ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scontro a fuoco in Cisgiordania. Un ministro israeliano si dimette

Lettura in corso:

Scontro a fuoco in Cisgiordania. Un ministro israeliano si dimette

Dimensioni di testo Aa Aa

La fragile tregua in Medio Oriente è di nuovo messa a dura prova. Stamani, un soldato israeliano e un militante palestinese sono rimasti uccisi in uno scontro a fuoco a Saida, vicino Tulkarem, in Cisgiordania. Il palestinese, Shafiq Abdelghani, 35 anni, era un militante della Jihad islamica. L’israeliano è il primo militare di Tsahal a essere ucciso dall’avvio formale della tregua nel marzo scorso.Il governo israeliano registra oggi una defezione: Natan Sharansky, ministro per gli affari della diaspora, si è dimesso in polemica col piano di ritiro unilaterale delle colonie dalla Striscia di Gaza.

Ex dissidente in Unione Sovietica, Sharanski ha recentemente scritto un libro sulla democrazia che è stato pubblicamente elogiato dal presidente americano George Bush. Era entrato nel governo in seguito a un accordo politico tra la sua fazione Yisrael Baaliya e il partito Likud.In una lettera aperta al premier Ariel Sharon, Sharansky definisce il piano di disimpegno da Gaza un “tragico errore” che inasprirà il conflitto con i Palestinesi, incoraggerà il terrorismo e diminuirà le probabilità di giungere a una pace giusta.