ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Vietnam, trent'anni dopo la guerra si festeggia la presa di Saigon

Lettura in corso:

Vietnam, trent'anni dopo la guerra si festeggia la presa di Saigon

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Vietnam si prepara a celebrare i trenta anni dalla fine della guerra. Nella ex capitale del sud, Ho Chi Min City la vecchia Saigon migliaia di vietnamiti mettono in ordine ogni angolo in vista della grande parata di domani.

Tre decenni dopo il ritiro delle forze statunitensi le ferite del conflitto sono ancora aperte. Le armi chimiche usate dai marines continuano a causare malformazioni, e resta ancora da raggiungere l’obiettivo di una piena riconciliazione. “Sono nato dopo la guerra”, dice un ragazzo, “ma sono lo stesso molto contento. La vittoria è stata possibile grazie ai nostri padri, ed io sono molto orgoglioso di ciò”. Uguale lo stato d’animo di un veterano. “Ero felice per la liberazione di Saigon. Quando la città venne conquistata io ero lontano, ma appena ebbi la notizia mi misi a urlare di gioia”. Oggi però la situazione è mutata, come dice una ragazza. “La vita oggi è più stabile, non come durante la guerra. Possiamo concentrarci sullo studio per cercare di costruire il Vietnam del futuro”. Il regime di Saigon, sostenuto dagli Stati Uniti, capitolò il 30 aprile 1975, a mezzogiorno, quando appena dopo la fuga degli ultimi statunitensi a bordo di un elicottero, un carro armato dei vietcong entrò nei giardini del palazzo presidenziale. La guerra finiva così, lasciandosi dietro oltre tre milioni di morti.