ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Rover: un finanziamento nel mirino di Bruxelles

Lettura in corso:

Rover: un finanziamento nel mirino di Bruxelles

Dimensioni di testo Aa Aa

Una corsa contro il tempo per salvare la casa automoblistica britannica Mg Rover dal fallimento. Ma le speranze sono poche. Il piano di emergenza varato dal governo di Tony Blair pari a oltre 12 miliardi di euro servirà pagare gli stipendi dei 6000 dipendenti e dei fornitori per appena una settimana.L’umore non è dei migliori dice questo operaio

Un’assemblea di crisi è stata convocata dai sindcati del settore auto “Siamo di fronte a una situazione molto difficile, dice questo rappresentante dei lavoratori: se cinque anni fa con Bmw abbiamo avuto molti problemi, oggi posso garantire che sono almeno il doppio” Lo stato delle finanze per la casa inglese è catastrofico: con una previsione di perdite per 145 milioni di euro per il 2004 a fronte di vendite in netto calo:le cifre parlano da sole. Senza dimenticare che in dieci anni le consegne di nuove vetture è pressochè dimezzato Intanto a Bruxelles la commissione ha fatto subito sapere di aver chiesto al governo britannico speigazione sul finnaziamento sbloccato in tutta fretta Jonathan Tood , portavoce della Commissione, dice infaftoi che il prestito varato dal goverrno all’ultima casa automoblistica inglese ancora indipendente deve essere ritenuto una sovvenzione pubblica e che deve essere quindi notificato a Bruxelles prima di essere concesso Quanto al tentativo di una ripresa dei contatti con il cinesi della Saic, gruppo automoblistico con il quale le trattative erano terminate con un nulla di fato venerdi scorso, da Shagani smentiscono in maniera categorica.