ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Medioriente: tregua a rischio

Lettura in corso:

Medioriente: tregua a rischio

Dimensioni di testo Aa Aa

Sale la tensione a Gerusalemme dove per oggi un gruppo di ebrei ortodossi è deciso a manifestare sulla Spianata delle Moschee, lo spiazzo sacro ai mussulmani, e che in parte poggia sul Muro del Pianto, luogo invece sacro agli ebrei. Lo scopo è di boicottare la decisione ormai definitiva del governo israeliano di smobilitare le colonie nella Striscia di Gaza.

Da venerdi’ i gruppi militanti palestinesi hanno portato in piazza migliaia di manifestanti per protestare contro l’eventuale invasione della Spianata da parte degli ortodossi. “Se accadesse sarebbe come dichiarare guerra. La tregua concordata cogli israeliani verrebbe automaticamente annullata”, hanno minacciato. Molte le donne tra i manifestanti. Si sono appellate ai paesi arabi perché garantiscano la tutela del terzo luogo piu’ sacro dell’Islam. Le armi sono pero’ tornate a farsi sentire a Rafah, nel sud della Striscia di Gaza, al confine con l’Egitto. Qui tre adolescenti palestinesi sono stati uccisi dai tiri dell’esercito israeliano. La versione dei militari contrasta con quella dei testimoni. Tsahal avrebbe dato l’altolà, ignorato dai ragazzini. Fonti palestinesi dicono invece che cinque giovani stavano semplicemente giocando a pallone in una zona non autorizzata. Dopo l’incidente tiri d’obice sono stati sparati contro alcune colonie israeliane nel sud di Gaza. Non vi sono state vittime.