ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Roma: l'arrivo senza interruzione dei pellegrini

Lettura in corso:

Roma: l'arrivo senza interruzione dei pellegrini

Dimensioni di testo Aa Aa

A Roma giunge da ogni parte del mondo un flusso ininterrotto di pellegrini. Tra gli stranieri, dopo i polacchi i più numerosi sono probabilmente gli spagnoli che si sono mobilitati con ogni mezzo. Domani da Bercellona salperà una nave capace di trasportare mille passeggeri, destinazione: Civitavecchia.

Gli aeroporti sono al massimo dello sfruttamento, tanto che giovedì e venerdì decine di voli dovrebbero essere dirottati su Napoli e Pescara. In Piazza San Pietro si moltiplicano i casi di fedeli costretti alle cure delle infermerie e degli ospedali improvvisati lì come in altri punti della città. I sanitari sanno bene che chi è giunto per vedere il Papa non si fermerà per paura di un malore. “Siamo contenti. L’importante è che non ritorniamo a casa fino a che non l’abbiamo visto”, dicono alcune fedeli. A Tor Vergata, che ospitò la Giornata mondiale della gioventù del 2000, sono state installate centinaia di tende per poter dar riparo a 5.000 pellegrini. Altrettanti posti in campeggio libero sono a disposizione allo stadio olimpico, 4.000 a Castelnuovo di Porto. Camere in albergo si cominciano a trovare solo in periferia. Ma non sembra questa la preoccupazione maggiore dei fedeli.