ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Smart: licenziamenti in vista e maggiore integrazione con Mercedes

Lettura in corso:

Smart: licenziamenti in vista e maggiore integrazione con Mercedes

Dimensioni di testo Aa Aa

Mille lavoratori in meno per la Smart. Daimler-Chrysler ha annunciato un piano di ristrutturazione per portare in attivo la sua filiale deficitaria. Dei 2.200 dipendenti attualmente impiegati in Germania e Francia, 700 saranno tagliati subito, altri 300 entro il 2007.

Per risparmiare Smart tornerà a produrre due soli modelli, dismettendo la versione spider e rinunciando al progetto di un 4×4. Le vendite, in modesto aumento, riescono a malapena ad ammortizzare i costi degli impianti. Grazie al taglio dei posti di lavoro e alla riorganizzazione aziendale il costruttore tedesco punta ad abbattere del 30% i costi fissi di produzione entro i prossimi due anni. Per i bilanci del gruppo questo significherebbe un +600 milioni di euro. Il presidente della Daimler-Chrysler, Jürgen Schrempp, resta comunque cauto, visto che per il 2005 però la ristrutturazione comporterà solo costi, stimati dalla compagnia in 1,2 miliardi di euro. Smart sarà meno indipendente dalla casa madre: i servizi di sviluppo, approvvigionamento e vendita si integreranno con quelli della Mercedes. Daimler-Chrysler non cessa la corsa ai ripari per salvare i conti del gruppo, messi a dura prova dalle brutte notizie. Giovedì la compagnia si è vista costretta ad annunciare il richiamo di 1,3 milioni di Mercedes difettose, il più imponente della sua storia.