ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Paesi Bassi, si dimette il vicepremier. Voleva l'elezione diretta dei Sindaci

Lettura in corso:

Paesi Bassi, si dimette il vicepremier. Voleva l'elezione diretta dei Sindaci

Dimensioni di testo Aa Aa

In Olanda i sindaci continueranno a essere nominati dallo stato e per protesta il vice primo ministro Thom de Graaf – che voleva renderli eleggibili – si è dimesso.

La defezione del vicepremier, che è un’esponente di spicco del partito centrista minoritario D-sessantasei rischia di far traballare tutta la coalizione di governo, anche se il primo ministro Jan-Peter Balkenende rifiuta di parlare di crisi. Alla riforma delle autonomie locali infatti non si sono opposti i partiti che sostengono l’esecutivo di centro-destra ma l’opposizione socialdemocratica che, pur favorevole all’elezione diretta dei sindaci, contestava alcuni aspetti della nuova legge. Trattandosi di una modifica costituzionale, non era sufficiente l’apporto della maggioranza ma occorreva raggiungere i due terzi dei consensi. Secondo alcuni osservatori le dimissioni del vicepremier porteranno a elezioni anticipate.