ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I ministri delle finanze dell'UE d'accordo sul nuovo patto di stabilità

Lettura in corso:

I ministri delle finanze dell'UE d'accordo sul nuovo patto di stabilità

Dimensioni di testo Aa Aa

Accordo fatto. Dopo 12 ore di serrate discussioni i ministri delle finanze dell’Unione europea hanno raggiunto un’intesa sulla riforma del Patto stabilità. L’annuncio è stato dato in serata a Bruxelles dal premier lussemburghese Jean-Claude Juncker, presidente di turno dell’Unione.

“La riforma non cambia le regole fondamentali dell’unione economica e monetaria”, ha detto Junker. Il nuovo patto consentirà un’analisi più specifica della situazione economica di ciascun Paese: la commissione d’ora in poi dovrà tenere conto dei contributi versati al bilancio dell’Unione europea, degli investimenti per la ricerca, e della messa in opera di riforme strutturali, inclusi i costi per la riunificazione tedesca. Il tutto con un margine di sforamento dello 0,25 – 0,50%. Soddisfazione è stata espressa da Francia e Germania che, da quando i rispettivi deficit hanno superato il tetto del 3% del PIL, chiedevano un’interpretazione più flessibile del patto. Ma anche dal ministro italiano dell’economia Domenico Siniscalco che ha affermato che tutte le richieste dell’Italia sono state accolte. La riforma del patto sarà varata ufficialmente dai capi di Stato e di governo nel vertice europeo di martedì e mercoledì.