ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Petrolio: non si arresta la corsa al rialzo del prezzo del greggio

Lettura in corso:

Petrolio: non si arresta la corsa al rialzo del prezzo del greggio

Dimensioni di testo Aa Aa

Nulla sembra poter fermare la corsa del petrolio. A New York i futures per le consegne a maggio hanno infatti raggiunto i 57 dollari al barile. Anche il Brent supera tutti i record e sfiora i 55 dollari. Non sembra aver avuto alcuna influenza la decione dei ministri dei paesi aderenti all’Opec di innalzare il tetto di produzione di greggio di 500 mila barili l’anno. La decisione ha effetto immediato, ma non basta a garantire la crescente domanda dei Paesi consumatori che cercano di aumentare le loro scorte, temendo nuovi aumenti.

La produzione dell’Opec salira a 27 milioni e mezzo di barili l’anno. Secondo le previsioni dell’Agenzia internazionale per l’energia il fabbisogno globale per il 2005 si aggira intorno agli 84 milioni. L’Opec ha fissato per il 7 giugno la data della sua prossima riunione e ancora una volta si tornerà a discutere di prezzi e produzione.Ryad comunque ha detto, per la prima volta, di auspicare un prezzo al barile tra i quaranta e i cinquanta dollari e ha anche annunciato di voler estrarre più greggio nel secondo semestre del 2005, per far fronte alla domanda della Cina, economia in costante espansione.