ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Croazia: rimandati i negoziati per l'ingresso nella UE

Lettura in corso:

Croazia: rimandati i negoziati per l'ingresso nella UE

Dimensioni di testo Aa Aa

È stato il giorno della verità per la Croazia: oggi i ministri degli esteri dei Venticinque dovevano prendere una decisione sull’avvio dei negoziati per l’adesione di Zagabria all’Unione Europea, previsto per domani a Bruxelles. Ma è tutto rimandato, forse a luglio.

Jean Asselborn, ministro degli esteri del Lussemburgo, che detiene la presidenza questo semestre dell’Unione Europea, si era detto possibilista: “Per la Croazia la porta dell’Europa resta aperta”. Parole che sono sembrate più un tentativo di minimizzare le conseguenze del rinvio che il segno di un imminente colpo di scena. La maggioranza dei Venticinque ritiene che Zagabria non collabori a pieno col Tribunale Penale Internazionale (TPI) dell’Aja che da dicembre esige la consegna del generale croato Ante Gotovina. La Croazia non soddisferebbe dunque il criterio del rispetto dei diritti umani. Dal 2001 Gotovina è ricercato dal TPI per crimini contro l’umanità che avrebbe commessi durante la guerra serbo croata del 1991 al 1995.