ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Berlusconi annuncia: "Via dall'Iraq a partire da settembre"

Lettura in corso:

Berlusconi annuncia: "Via dall'Iraq a partire da settembre"

Dimensioni di testo Aa Aa

Via dall’Iraq a partire da settembre. “L’Italia ridurrà progressivamente il numero dei propri soldati”. Lo ha annunciato ieri il presidente del consiglio italiano. “La questione del ritiro – ha precisato Silvio Berlusconi – dipenderà dalla capacità del governo iracheno di dotarsi di strutture di sicurezza accettabili”. L’annuncio è giunto nel giorno in cui la Camera ha definitivamente approvato la proroga di sei mesi della missione Antica Babilonia e nel giorno della morte a Nassiriya di Salvatore Domenico Marracino, 28enne sergente dei paracadutisti. Il giovane militare foggiano è stato raggiunto alla testa da un proiettile. Il suo fucile si era inceppato: Marracino stava tentando di risolvere il problema quando è partito il colpo.

L’annuncio del ritiro delle truppe italiane ha sorpreso anche la Casa Bianca. Il portavoce, Scott McClellan, ha affermato di non vedere “connessioni tra le dichiarazioni di Berlusconi e l’uccisione dell’agente del Sismi, Nicola Calipari, al momento della liberazione di Giuliana Sgrena”. McClellan ha ribadito l’apprezzamento per il contributo italiano in Iraq. Sono 21 i soldati morti, 5 i civili. Il contingente italiano di stanza a Nassirya è costituito da 3.300 effettivi.