ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Crisi Siria-Libano: il pressing del presidente egiziano Hosni Mubarak

Lettura in corso:

Crisi Siria-Libano: il pressing del presidente egiziano Hosni Mubarak

Dimensioni di testo Aa Aa

Irrompe l’Egitto sulla movimentata scena mediorientale: oggi arrivo a Damasco di Hosni Mubarak, accolto personalmente da Bashar al-Assad, presidente siriano. L’incontro a una settimana dal vertice dei paesi arabi in Algeria. Mubarak ha fatto sentire la potente voce dell’Egitto che da due anni spinge per il ritiro della Siria dal Paese dei Cedri.

Per la prima volta oggi i servizi di sicurezza siriani hanno cominciato a sgomberare diversi uffici di Beirut. La smobilitazione potrebbe concludersi nel giro di due giorni. Quanto ai militari, la scorsa settimana sono tornati a casa circa quattromila soldati, e altri duemila sono stati dispiegati nella valle della Bekaa. Oggi sono anche iniziate le consultazioni per la formazione di un governo di unità nazionale sotto la guida del premier designato Omar Karame. L’opposizione, forte del successo della manifestazione “biblica” di ieri a cui hanno partecipato circa un milione e mezzo di libanesi, ha posto le sue condizioni: accertamento della verità sull’assassinio di Hariri, siluramento dei vertici dei servizi di sicurezza, ritiro totale delle truppe siriane, e prima delle elezioni di maggio.