ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cina, approvata una legge anti-secessione. Timori a Taiwan

Lettura in corso:

Cina, approvata una legge anti-secessione. Timori a Taiwan

Dimensioni di testo Aa Aa

Il parlamento cinese ha approvato l’annunciata legge anti-secessione che rende automatica una risposta armata di Pechino nel caso in cui Taiwan dovesse dichiarare l’indipendenza.

A favore del provvedimento hanno votato 2896 deputati. Nessun voto contrario e due gli astenuti. Il premier cinese Wen Jia Bao ha definito la norma votata “una misura per arginare le spinte indipendentiste presenti nell’isola”. In base ai 10 articoli della nuova legge, Pechino avrà il diritto di intervenire se sull’isola si dichiarasse una indipendenza unilaterale. L’isola di Taiwan, 23 milioni di abitanti, è separata dalla Cina dal 1949, ma Pechino non ha mai riconosciuto la sua sostanziale indipendenza. A Taiwan hanno trovato rifugio dirigenti e militanti del partito nazionalista, sconfitti nella guerra civile dai comunisti di Mao Ze Tung. Il voto del parlamento cinese ha provocato immediate reazioni sull’isola, che è sostenuta e armata dagli Stati Uniti. Il presidente taiwanese, Chen Shui Bian ha convocato in via straordinaria il Consiglio nazionale di sicurezza.