ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Barroso: "Non difenderó i quindici dai dieci nuovi stati"

Lettura in corso:

Barroso: "Non difenderó i quindici dai dieci nuovi stati"

Dimensioni di testo Aa Aa

Sarà rivista ma non stravolta la direttiva sulla liberalizzazione dei servizi. Davanti ad una platea di imprenditori a Bruxelles, il presidente della commissione José Manuel Barroso ha difeso il criterio base della norma, il cosidetto principio del paese d’origine, che consentirà ad esempio ad un imbianchino estone di lavorare temporaneamente in Svezia, seguendo peró le leggi estoni.

Il mercato dei servizi rappresenta il 70% del prodotto interno lordo europeo. Secondo Barroso esiste un potenziale non sfruttato per ridurre la disoccupazione. “Se non utilizziamo queste risorse – ha detto- i veri perdenti saranno i lavoratori europei e i consumatori”. La Francia e la Germania sono tra gli stati piú critici, temono un’invasione di personale dall’est, che offra servizi a prezzi sotto costo. “Uno dei problemi che abbiamo oggi in Europa, è che alcuni non hanno cambiato chip, verso un’Europa allargata- ha dichiarato Barroso. “Pensano ancora come un’Europa dei quindici, e non come un’Europa a venticinque. E alcuni credono che la commissione europea difenda i quindici dai dieci nuovi stati, ma non cosí. La commissione europea è qui per tutelare l’interesse generale dell’Europa” La contestata direttiva sui servizi sarà discussa nel prossimo vertice europeo, il 22 e 23 marzo.