ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libano: si festeggia sulle ex postazioni siriane, è la prima volta dal '76

Lettura in corso:

Libano: si festeggia sulle ex postazioni siriane, è la prima volta dal '76

Dimensioni di testo Aa Aa

I libanesi si riappropriano di quelle porzioni di territorio occupate dall’esercito di Damsco durante la guerra civile libanese e da allora mai piú abbandonate.

Ora, autorità locali, popolazione e comunità internazionale, chiedono un calendario preciso del ritiro. Per strappare a Damasco promesse meno vaghe, oggi è in Libano l’inviato speciale dell’Onu Terje Roed Larsen, incaricato di far applicare la risoluzione 1559, sul ritiro completo delle truppe di Damasco e sul disarmo di Hezbollah. Bush mercoledí ha chiesto, per l’ennesima volta, la fine dell’ingerenza siriana negli affari libanesi e un ritiro immediato. “Il trasferimento dei soldati nella valle della Bekaa è una mezza misura” ha insistito il capo di stato americano, ripetendo che la risoluzione Onu è chiara”. Il presidente Bashar al Assad, sosteuto ieri a Damasco da decine di migliaia di manifestanti, si è accordato con l’omologo libanese per un ritiro in due tappe, modalità criticata da una parte della comunità internazionale, ma non da tutta: secondo la Russia, ad esempio, un ritiro immediato sarebbe destabilizzante per l’intera regione.